CasaIdeeIl peso politico di Eleanor Roosevelt
spot_img

Related Posts

Featured Artist

Kaleb Black

Painter

Kaleb started this adventure 7 years ago, when there was no real voice protecting the environment. His masterpieces promote saving the Earth.

Il peso politico di Eleanor Roosevelt

Ascolta la versione audio dell’articolo

È importante leggere questa densa, minuziosa e partecipata biografia di Eleanor Roosevelt per diversi motivi. Primo, per sbarazzarci definitivamente dell’idea di “moglie di”: mai come in questo caso, forse, una diminutio da cancellare, considerando l’esperienza politica e la personalità di una donna che, pagina dopo pagina, si rivelano di grande forza, indipendenza e autorevolezza.

Secondo, perché ci si rende conto, attraverso una messe di esempi, ricostruzione di situazioni, citazioni di lavori e articoli, di quanto sia stato rilevante il contributo di Eleanor Roosevelt al percorso delle donne, alla conquista di un loro spazio politico, all’affermazione della loro voce nel dibattito pubblico (con quello che ne consegue in termini empirici, sul fronte dell’emancipazione e dell’avanzamento nella legislazione).

Terzo, non certo in ordine di importanza: la lettura di questa biografia è la lettura di un pezzo di storia americana (e in parte internazionale) che si dipana lungo gli anni cruciali del Novecento, descrivendone accadimenti, evoluzioni, personaggi, rapporti tra gli attori globali, conflitti.

Ma cominciamo dall’inizio, cioè da quel 1884 in cui la protagonista viene alla luce in una famiglia dell’élite newyorchese, “nipote d’arte” dell’amato zio Theodore (presidente dal 1901 al 1909) che era fratello del padre Elliott. La sensibilità politico-sociale di Eleanor emerge presto, sono gli anni della nascita delle associazioni femminili impegnate nelle battaglie per i diritti delle donne: tra gli obiettivi prioritari vi sono il miglioramento delle condizioni di lavoro e la tutela della salute. Eleanor partecipa e si fa le ossa con il volontariato in quartieri difficili come quello di Rivington street, nel Lower East Side.

Franklin Delano è un lontano cugino che sposa nel 1905, a cui darà sei figli e dal quale sarà presto tradita. Rimane al suo fianco (soffrendo di forte depressione anche per la perdita del terzo figlio) e, nel seguirne il percorso da political wife, si struttura progressivamente guadagnandosi un proprio ruolo, sempre attenta a non travalicare i limiti riconosciuti a quel ruolo eppure al tempo stesso imponendosi con maestria agli occhi dell’opinione pubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Posts