CasaEconomiaLe Borse di oggi, 9 febbraio. Listini Ue in rialzo. mercati in...
spot_img

Related Posts

Featured Artist

Le Borse di oggi, 9 febbraio. Listini Ue in rialzo. mercati in scia a Wall Street

MILANO – Giornata positiva per le Borse europee in scia alla buona giornata vissuta ieri e oggi da Wall Street, sostenuta dagli ottimi dati trimestrali comunicate delle big, Microsoft e Apple in testa. Il faro dei mercati è puntato ora sul dato dell’inflazione Usa a gennaio atteso per domani, considerato determinante dagli addetti ai lavori per defininire le prossime mosse della Fed, che nell’ultimo riunione ha già anticipato che il rialzo dei tassi potrebbe avvenire in tempi più rapidi di quanto inizialmente previsto. In Europa anche le parole della scorsa settimana di Christine Lagarde, presidente Bce, hanno surriscaldato i rendimenti dei bond del Vecchio Continente. Un nervosismo che ha colpio soprattutto l’italia, con il tasso sul decennale volato quasi all’1,9% proprio nella prospettiva che Francoforte possa decidere già quest’anno di ritorccare al rialzo i tassi. Uno scenario escluso quasi completamente da Lagarde nei mesi scorsi.

Lagarde il “falco” confonde i mercati: l’era dei tassi negativi sta per finire

di

Giovanni Pons

07 Febbraio 2022

Lo spread questa mattina è in lieve discesa, Il differenziale tra Btp e Bund si muove intorno a 154 punti, dai 158 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è all’1,77%, in calo rispetto all’1,845%, del giorno prima.

In Europa gli indici si muovono come detto in territorio positivo. Milano sale del 2,72%, Londra dell’1,12%, Francoforte dell’1,59% e Parigi dell1,46%. Positiva anche l’Asia, con Tokyo che ha chiuso a quota 1,08%. Molto positiva come detto anche Wall Street, con gli indici in ampio rialzo verso la conclusione degli scambi europei.

Tra le valute l’euro chiude poco mosso sopra 1,14 dollari, in linea con la chiusura di ieri, in ulteriore ritracciamento rispetto al picco da tre settimane toccato venerdì scorso a quota 1,1483 dollari. La moneta unica passa di mano a 1,1435 Euro stabile anche sullo yen a 131,86. Dollaro/yen in lieve calo a 115,47.

Si rafforza il petrolio dopo il dato sulle scorte. La scorsa settimana, le scorte di petrolio negli stati uniti sono diminuite di 4,756 milioni di barili a 410,387 milioni di unità, contro attese per un +0,5 milioni di barili. Si tratta del livello più basso dall’ottobre 2018. Il barile di Wti è così salito fino a 90,58 dollari, dopo la chiusura di ieri a 89,36 dollari; in questo momento, è in rialzo dello 0,65% a 89,94 dollari.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Posts