CasaEconomiaFed, la linea dura sui tassi preoccupa i mercati. Anche Inghilterra e...
spot_img

Related Posts

Featured Artist

Fed, la linea dura sui tassi preoccupa i mercati. Anche Inghilterra e Svizzera alzano il costo del soldi. Il Giappone in difesa dello yen

MILANO – La girandola di rialzi dei tassi caratterizza la giornata dei mercati, che si muovono deboli (ma in recupero) all’indomani del nuovo intervento da parte della Fed. A spaventare i mercati non è tanto la portata dell’aumento, 75 punti e comunque inferiore ai 100 punti ipotizzati alla vigilia, ma i segnali forniti dalla banca centrale americana di nuovi massicci ritocchi all’insù anche nei mesi a venire. Il presidente Jerome Powell ha chiarito ieri che la corsa dell’inflazione sta mettendo in difficoltà l’economia americana ed è quindi prioritario mettere in campo misure per osteggiare la corsa dei prezzi.

Oggi è stata la volta della Bank of England, che per la settima volta di fila ha alzato il costo del pecunia: mezzo punto in più al 2,25%, massimi da 14 anni mentre l’inflazione è vista “sopra il 10%” nei prossimi mesi. In campo anche la Banca centrale Svizzera, che dopo otto anni ha detto addio ai tassi negativi con un maxi-rialzo di 75 punti.

Listini in flessione in Asia con Tokyo che ha chiuso a -0,6% mentre la Bank of Japan ha deciso di continuare a mantenere invariata la propria politica monetaria ma il governo è intervenuto sul mercato dei cambi a supporto dello yen.

Punti chiave

13:05
Anche la Bank of England alza i tassi

10:58
Il Giappone interviene a sostegno dello yen

10:39
Svizzera, maxi-rialzo e addio ai tassi negativi

09:13
L’Europa parte in forte calo
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Posts